Category: pcanella

Ed è già Vinitaly!

Anche quest’anno saremo presenti a Vinitaly, che si svolgerà dal 25 al 28 marzo.
Vi aspettiamo: Pad. 5, stand E1

Pooh Legend

Pooh: una leggenda

Lunedì scorso ho avuto il piacere di trascorrere un paio d’ore con i miei amici “Pooh”.
Ero infatti invitata alla conferenza stampa per la presentazione del loro ultimo lavoro, il “Pooh Legend”. Si tratta di un elegante cofanetto contenente 4 DVD e 4 libri che raccolgono e raccontano ben 10 ore di vita vissuta con riprese nel back-stage. video e inediti per la felicità dei tanti fans di questo straordinario gruppo.
Per l’occasione ho fatto confezionare alcune magnum di Prosecco Canella etichettate “Pooh Legend” in loro onore: un gesto fatto con il cuore per augurare a Robi, Dodi e Red di accompagnarci con la loro bella musica per tantissimi anni ancora.
AlessandraPooh: una leggenda

Buon compleanno, Prosecco Canella!Happy birthday, Prosecco Canella!

Questa fotografia ci è stata inviata qualche tempo fa da un amico di San Donà. E’ un documento storico perchè è stata scattata nel febbraio del 1962, esattamente 50 anni fa in questi giorni.
Allora il Prosecco non era certamente noto, anzi era conosciuto solo a livello locale, in particolare a Venezia dove veniva accompagnato ai ” cicchetti “.
L’ etichetta recita , a grandi lettere, Prosecco “tipico di Valdobbiadene” , ed è proprio da quella zona che mio padre acquistava la materia prima. Cinquant’ anni fa i vini erano generalmente corposi
e robusti, mentre il Prosecco veniva visto come un “mezzo vino” , quasi la risposta locale al già allora famoso Moscato d’ Asti. Ma a mio padre piacevano i vini leggeri fruttati e poco alcolici come,
appunto, il Prosecco, e così iniziò una produzione della versione spumante. Nel giro di pochi anni il Prosecco divenne parte importante della produzione della nostra Cantina, tant’ è che con l’ avvento delle DOC nel 1969 , ci venne lasciata dalla nuova normativa la possibilità di spumantizzare a San Donà di Piave il Prosecco proveniente dalla zona di Conegliano e Valdobbiadene per motivi “storici”, Questa deroga è stata concessa solamente alla ns. cantina e alla Santa Margherita che anch’essa si trova in provincia di Venezia.

This picture was sent to us some time ago by a friend of ours from San Donà. It’s a historical document because it was taken in February 1962, exactly 50 years ago, these days.
Prosecco wasn’t certainly popular back then, it was only known locally, especially in Venice where it used to be served along with ‘shots’.
The label says ‘Typical Prosecco of Valdobbiadene’ in capital letters and it’s right from that area where my father used to purchase the raw material. Fifty years ago wines were generally full-bodied and robust and Prosecco was seen as a ‘half-wine’, it was almost considered as the local version of the already popular ‘Moscato D’Asti’.
Since my father used to like light, fruity wines with less alcohol content like Prosecco, he started a production line of its sparkling version.
In a few year’s time Prosecco became an important feature within our wine production and with the introduction of DOC in 1969 (‘Controlled designation of origin), we were allowed by the new regulation to process theProsecco coming from Conegliano and Valdobbiadene area, in San Donà di Piave, due to ‘historical’ reasons.