Bellini partner de ”La Cavalchina” 2011Bellini partner of “La Cavalchina” 2011

Musica, danza e soprattutto follie al Teatro La Fenice: sabato 5 marzo appuntamento con il Gran Ballo della Cavalchina, tradizione veneziana del XVIII e XIX secolo ripresa con grande successo dal 2007 e da molti considerata l’avvenimento culminante del Carnevale di Venezia. Per la Cavalchina 2011, in sintonia con il tema ottocentesco del Carnevale di Venezia 2011 (Da Senso a Sissi – La città delle donne), il Teatro La Fenice ha scelto un titolo “verdiano”: La cavalchina delle follie, con esplicito riferimento alle parole del tempo di mezzo della grande aria di Violetta che conclude il primo atto della Traviata: «Follie!… follie!…».

Una spettacolare compagnia di balletti russi, il Complesso statale di danza dei popoli del Caucaso Gioventù del Daghestan, hanno proposto delle straordinarie esibizioni di danza daghestana lezghinka, impetuosa, focosa, infervorata dimostrazione dell’originalità della società multietnica di Daghestan. Altri numeri di attrazione scelti da Matteo Corvino (vedi foto con Nicoletta Canella), coordinatore della serata, e infine l’ingresso del cavallo in Fenice, ormai diventato il simbolo della cavalchina, al quale si sono affiancate ulteriori sorprese.

Momento di spicco è stata l’assegnazione del Cavalchina Award a cura della madrina dell’edizione 2011 Selvaggia Lucarelli, premio destinato a celebrare le personalità straordinarie che per talento creativo e interpretativo e per stile di vita sono internazionalmente riconosciute come simbolo artistico unico ed inimitabile, come Venezia, una delle capitali mondiali dell’arte, è simbolo di unicità.

I Cavalchina Award 2011: lo Special Cavalchina Award a Marta Marzotto, per la sua vita straordinaria e gli splendidi ottant’anni che compirà il 24 febbraio; il Cavalchina Award femminile a Claudia Cardinale, modello di attrice e donna battagliera e indipendente; il Cavalchina Award maschile a Pierre Cardin per la sua eccezionale vicenda artistica nel mondo della moda; l’International Cavalchina Award femminile a Skin, straordinaria vocalist inglese leader degli Skunk Anansie, che nonostante la giovane età è indiscutibile esempio di unicità artistica e personale; e l’International Cavalchina Award maschile a Jean-Michel Jarre, per il suo straordinario talento musicale di artista multiforme e innovativo.

Dalla mezzanotte, ritmi animati hanno trasformato la sala teatrale in una gigantesca discoteca. Cena di gala a buffet fornita dal ristorante Do Forni e open bar nel Foyer curato dalla Casa Vinicola Canella e nelle Sale Apollinee dalle 20.30 alle 4.00 del mattino.
[td_link link=”http://www.flickr.com/photos/bellinicanella/sets/72157626264860662/” target=”blank”]Flickr[/td_link]

Saturday, March 5th , the historic Venetian opera house saw music, dancing and, above all, enormous fun with the Gran Ballo della Cavalchina or “Grand Cavalchina Ball”, held annually in La Fenice’s elegant grand ballroom.  This masquerade ball originates in a Venetian tradition of the 1700s and 1800s.  Revived in 2007, many consider it the Venetian Carnival’s culminating and most spectacular event.
The theme of the 2011 Cavalchina, in harmony with the 19th-century theme of the Carnival itself this year (“From Senso to Sissi – the City of Women”), was reminiscent of Verdi – “La Cavalchina delle follie”, “Cavalchina of Follies”.  La Fenice deliberately chose to echo the words of Violetta’s great aria, concluding the first act of La Traviata:  «Follie!… follie!…».
After midnight, the grand ballroom was transformed into a giant disco.  Completing the soirée was a gala buffet dinner supplied by the Do Forni restaurant, and the open bar in the theater foyer and Apollonian Ballrooms, organized by Canella from 8:30 p.m. to 4 in the morning.

Photo shows Matteo Corvino (coordinator of the soirée) with Nicoletta Canella

[td_link link=”http://www.flickr.com/photos/bellinicanella/sets/72157626264860662/” target=”blank”]Flickr[/td_link]