Archive: marzo 15, 2012

Ed è già Vinitaly!

Anche quest’anno saremo presenti a Vinitaly, che si svolgerà dal 25 al 28 marzo.
Vi aspettiamo: Pad. 5, stand E1

Pooh Legend

Pooh: una leggenda

Lunedì scorso ho avuto il piacere di trascorrere un paio d’ore con i miei amici “Pooh”.
Ero infatti invitata alla conferenza stampa per la presentazione del loro ultimo lavoro, il “Pooh Legend”. Si tratta di un elegante cofanetto contenente 4 DVD e 4 libri che raccolgono e raccontano ben 10 ore di vita vissuta con riprese nel back-stage. video e inediti per la felicità dei tanti fans di questo straordinario gruppo.
Per l’occasione ho fatto confezionare alcune magnum di Prosecco Canella etichettate “Pooh Legend” in loro onore: un gesto fatto con il cuore per augurare a Robi, Dodi e Red di accompagnarci con la loro bella musica per tantissimi anni ancora.
AlessandraPooh: una leggenda

Cinegiornale “Tempi Nostri”Newsreel ‘Our times’


Cinegiornale Tempi Nostri

Ho passato sabato a sistemare il solaio, e tra le tante cose ho trovato, una vecchia pizza da cinema di quelle nelle scatole di latta, tipo “Nuovo Cinema Paradiso”.
Preso dalla curiosità ho riattivato la vecchia macchina da proiezione “Cinemaccanica Victoria V” che , pur sepolta dalla polvere si è ridestata dal lungo oblio, e sono riuscito a visionare questo Cinegiornale “Tempi Nostri” che parla di noi. Una grande emozione che vi ripropongo in questo filmato. La data è incerta, saranno i primi anni ’60, e la cosa che colpisce di più è il piglio fiero e trionfalistico del cronista. Altri tempi.
Cinegiornale Tempi Nostri

I spent all my Saturday decluttering my attic and among all the things I found there was an old film reel in one of those old tin cans, like the ones in the movie ‘Nuova Cinema Paradiso’.

Full of curiosity I restarted the old movie projector ‘Cinemeccanica Victoria V’ who was covered with dust and had sunk into oblivion and I managed to watch this newsreel called ‘Tempi nostri’ (our times) that spoke about us.
Presenting you this footage is a truly emotional experience. The dating is uncertain, it should be the early 60s and what strikes me most is the resolute and triumphalist manner of the reporter.
Good old days.